Posizionarsi sui motori di ricerca serve ancora?

Scegliere di posizionarsi sui motori di ricerca in molti casi è un’ottima strategia, per ottenere vendite e lead profilati. In alcune situazioni però, questa soluzione può essere solo una grossa perdita di tempo.

Il traffico dai motori di ricerca è sicuramente una parte importante per ogni strategia di web marketing, ma il suo utilizzo deve essere valutato con molta attenzione e ponderatezza. Un traffico non profilato sulle esigenze del progetto che si sta seguendo, potrebbe solo portare a un aumento del traffico ma non del fatturato.

Essere in grado di trovare gli intenti di ricerca migliori della situazione, non solo permette di migliorare il traffico di ogni progetto, ma allo stesso tempo è in grado anche di migliorare il numero di obiettivi raggiunti. Che si tratti di vendere un paio di scarpe, far registrare un utente alla propria newsletter o far completare un formulario per ricevere maggiori informazioni.

Che cosa è il traffico organico?

Google e gli altri motori di ricerca sono i maggiori canali che veicolano traffico verso le pagine dei siti internet. Grazie alle ricerche delle persone, è possibile portare visitatori verso le pagine di un sito internet.

Avere una maggiore visibilità online e traffico verso il proprio sito internet, è sicuramente un punto a favore se prima si è identificato nel migliore dei modi gli intenti di ricerca più adatti al proprio utente medio. Questo traffico può essere suddiviso in due canali ben distinti: traffico organico e traffico a pagamento.

Traffico organico

Il traffico organico proveniente dai motori di ricerca, è rappresentato dai risultati che si susseguono sulle pagine dei motori di ricerca al di sotto delle posizioni a pagamento. Questi risultati, che possono variare nel tempo sulla base delle decisioni degli algoritmi di Google, si possono raggiungere grazie a una strategia di posizionamento sui motori di ricerca. Migliore è questa strategia, migliore sarà la posizione che si è in grado di raggiungere.

Le prime 3 posizioni sono quelle più ambite, perché sono anche quelle che ricevono il maggior numero di click da parte degli utenti. In molte nicchie di mercato, sono le posizioni che da sole raccolgono circa il 70/80% di traffico per un determinato intento di ricerca.

Per chi ha dei dubbi su come scegliere la giusta agenzia web per questo lavoro, abbiamo scritto un articolo con una serie di consigli su come verificare l’affidabilità o meno di un’agenzia.

Traffico a pagamento

Il traffico a pagamento, al contrario di quello organico, è un traffico che si acquista mediante l’acquisizione delle posizioni a pagamento sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Queste posizioni, che spesso si trovano nella parte alta dei risultati e in quella finale (le due zone hanno una notevole differenza di prezzo), offrono la possibilità di ottenere traffico verso le proprie pagine mediante l’acquisto di parole chiave.

Queste parole chiave, una volta che sono cercate da un utente fanno scattare l’annuncio preparato in precedenza e ad ogni click deducono dall’account dell’inserzionista una determinata somma di denaro. L’ammontare del costo di un click, è deciso mediante un’asta tra le varie persone interessate a quella parola chiave, può variare da pochi centesimi a diverse decine di euro. In alcuni casi, come nel settore dell’assicurazione o degli investimenti finanziari, si possono vedere arrivare parole chiave sopra i 100€.

Dopo questa distinzione, tra le forme di traffico che i motori di ricerca portano verso le pagine dei siti internet, è facile capire che il posizionamento sui motori di ricerca non sempre può essere utile. Infatti, se non si studia nel migliore dei modi i propri utenti è inutile impostare una campagna di posizionamento.

Posizionarsi sui motori di ricerca può essere un’ottima strategia per portare maggior traffico profilato sul proprio sito internet; a patto che prima si sia studiato il proprio target e si siano trovate delle parole chiave fortemente legate alla conversione finale. Solo in questo caso, posizionarsi sui motori di ricerca può essere utile.